05_home.jpg

PATRIMONIO CULTURALE

Gli studi archeometrici permettono di risalire alla provenienza e alla tecnologia di produzione di materiali o reperti attraverso caratterizzazioni chimico-fisiche e microstrutturali.

Le informazioni, unitamente a quelle storico-archeologiche, consentono di ricostruire le rotte commerciali e i contesti di utilizzo degli oggetti. Lo studio diagnostico implica l’attenzione ad un sistema multiplo - oggetto culturale, ambiente e interazione - con il riconoscimento delle fasi di degrado e del loro grado di avanzamento.

Le analisi dei meccanismi di degrado di reperti antichi permette di approntare interventi di conservazione e restauro mirati e pianificare azioni conservative nel tempo del patrimonio ceramico, lapideo e d architettonico.